Come funziona?

Il Credito d'imposta Beni strumentali consiste in un contributo sotto forma di credito di imposta calcolato sulle spese ammissibili in relazione all'investimento effettuato:

Beni materiali Industria 4.0 fino al 20% delle spese ammissibili

Beni immateriali Industria 4.0 pari al 20% delle spese ammissibili

Il credito d'imposta sarà utilizzabile esclusivamente in compensazione nel F24 a partire dal periodo d'imposta successivo a quello di sostenimento delle spese agevolabili.

Investimenti ammissibili

Sono ammissibili le spese per l'acquisto diretto o con locazione finanziaria di beni materiali e immateriali ordinari e rientranti in Industria 4.0.

La definizione di bene strumentale associa a questa categoria quei beni, materiali e immateriali:

Essenziali per l'esercizio dell'attività d'impresa, quale gestione caratteristica, possono quindi essere utilizzati per altre finalità solo a seguito di radicali trasformazioni

Caratterizzati da un medio/ lungo ciclo di utilizzo in azienda, tale per cui definiti beni strumentali pluriennali

L'agevolazione è a carattere automatico e non soggetta a istruttoria o a valutazione di merito.

FAQ

È richiesta la regolarità contributiva che è certificata dal Durc.

No, il credito di imposta non è cedibile, può solo essere trasferito ai soci in caso di società trasparenti. Le società trasparenti sono tutte le società di persone (incluse le società semplici agricole). Per le ditte individuali è automatico che il credito spetti al titolare. Esiste però il caso particolare dell'impresa familiare in cui il credito d'imposta può essere trasferito anche al collaboratore familiare in proporzione alla sua quota di partecipazione agli utili, previa esposizione del credito trasferito nella dichiarazione del collaboratore.

Non è previsto un limite massimo di tempo, solo dei limiti minimi che variano a seconda del tipo di credito d'imposta. L'importante è che venga indicato in dichiarazione dei redditi nell'anno in cui si è acquisito il diritto.

Si, ma solo tramite leasing finanziario. Nel caso in cui il contratto di leasing preveda la clausola di prova a favore dell'utilizzatore, ai fini dell'agevolazione diviene rilevante la dichiarazione di esito positivo del collaudo da parte dello stesso locatario.

Il credito di imposta per investimenti in beni strumentali 4.0 (allegato A) è fruibile in 3 quote annuali di pari importo a decorrere dall'anno di avvenuta interconnessione del bene oggetto dell'agevolazione.

COME FUNZIONA?

La soluzione finanziaria adatta alla tua impresa in 3 semplici step:

Inserisci la Partita IVA

Scopri in tempo reale tutte le soluzioni finanziarie su misura per la tua impresa

Prenota una consulenza gratuita

Ottieni maggiori informazioni e salva il tuo tempo grazie all'aiuto di un nostro Advisor

Ottieni i contributi

Un nostro consulente personale valuterà insieme a te i bandi a cui accedere e seguirà la tua impresa dalla predisposizione della domanda fino al lungo processo di rendicontazione